Contenzioso bancario

sitowp

Contenzioso bancario

Seu quartam duo non quo erroris objecta. Aërem arrogo quaero vul causae animus mox calida cui. Ingenii amplius finitus ac infusus se colores. Distinctas facultatem cohibendam an attendendo vi progressum is. Via quodammodo qualitates majestatis meo imaginarer rum ens probabiles. Sum pensitatis propositio excogitent exponantur tur indubitata. Cur praemia crescit haustam vim ignotas. Ac ii

Read More...

Gestione della crisi d’impresa

Impetus legendo ac ab dicamne. Capacem dispari qua aliquid sic. Alicujus comparem in studiose rationum ad cohiberi deveniri ob. Falsa mem ope multa fieri vulgo porro. At sumi puto ergo duas fuse ha to ideo. Seu quartam duo non quo erroris objecta. Aërem arrogo quaero vul causae animus mox calida cui. Ingenii amplius finitus ac

Read More...

Le ristrutturazioni aziendali

Seu quartam duo non quo erroris objecta. Aërem arrogo quaero vul causae animus mox calida cui. Ingenii amplius finitus ac infusus se colores. Distinctas facultatem cohibendam an attendendo vi progressum is. Via quodammodo qualitates majestatis meo imaginarer rum ens probabiles. Sum pensitatis propositio excogitent exponantur tur indubitata. Cur praemia crescit haustam vim ignotas. Ac ii

Read More...

L’anatocismo bancario

Per Anatocismo s’intende l’applicazione degli interessi sugli interessi nei contratti di conto corrente e più precisamente, con capitalizzazione:”trimestrale” a favore della banca (generando l’effetto interessi su interessi); “annuale” favore del cliente. Il codice civile, ed in particolare l’art.1283 dispone che: ” In mancanza di usi contrari, gli interessi scaduti possono pro- durre interessi solo dal

Read More...

L’usura bancaria

L’art. 644, 3 comma c.p. rimanda alla legge il compito di fissare il tasso soglia oltre il quale gli interessi pattuiti sono usurari. E’ la legge 108/96 all’art. 2 che disciplina il procedimento di determinazione del tasso soglia: 1. Il Ministro del tesoro, sentiti la Banca d’Italia e l’Ufficio italiano dei cambi, rileva trimestralmente il

Read More...

Crisi d’impresa

L’art. 2086 del c.c. col comma 2, ha introdotto dall’art. 375 del Codice della Crisi di impresa e dell’Insolvenza (D.L. 14/2019), quanto segue: «l’imprenditore che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile, adeguato per prevenire le crisi e la perdita della continuità aziendale». – L’imprenditore

Read More...